Ultime recensioni

martedì 21 febbraio 2017

✎Recensione ▫ Shatter me di Tahereh Mafi

Buon pomeriggio lettori!
Sapete che difficilmente pubblico sul blog due post uguali. Preferisco offrirvi contenuti diversi e mi piace che il blog non sia ripetitivo ma questa volta ho dovuto fare un'eccezione! Le recensioni si stanno accumulando. Più leggo più la pila cresce e più mi sale l'ansia quindi beccatevi la recensione di Shatter me! Spero che la recensione vi piaccia e noi ci ritroviamo domani con il post del WWW!

▹ Shatter me di Tahereh Mafi ◃
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 9 giugno 2016
Prezzo: 16.00€

Voto:  4.0/5.0

Trama: 264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.





RECENSIONE
Vi ricordate la prima volta che è stato pubblicato Shatter me? Il titolo era stato tradotto e la Rizzoli l'aveva pubblicato con quella cover orrenda che per la gioia dei vostri occhi ho deciso di condividere di nuovo a questo link. E io l'avevo letto. Si avete capito bene l'avevo letto nel lontano 2011 ma poi con il fatto che la Rizzoli l'aveva interrotto, nuove letture, anni che passano, Shatter me l'avevo messo nel cassetto del dimenticatoio e lasciato a prendere la polvere. Quando l'anno scorso la Rizzoli ha deciso di riprovarci un'altra volta mantenendo titolo e cover originali ho deciso di riprovarci anche io e dare a questa serie un'altra opportunità. La prima volta che l'avevo letto mi era piaciuto ma sapete come succede, si legge un libro, passano gli anni si riprova a rileggere e magari lo stesso libro non ci coinvolge come prima. Per fortuna con Shatter me non è stato.
Partiamo dal wordbuilding. La Mafi ci spiega cosa è successo al mondo. Come il pianeta sia andato alla deriva con l'uomo che lo ha sfruttato fino a che la flora e fauna non hanno incominciato ad estinguersi piano piano. Come i colori hanno finito col trasformarsi dai toni del grigio e il nero e la Restaurazione abbia offerto la salvezza e poi preso il potere sotto un dominio di terrore e distruzione. La parte post-apocalittica è semplice e d'impatto e verrà descritta meglio nei volumi successivi. Sicuramente quello a cui punta la Mafi sono i protagonisti. Infatti la serie ha indubbiamente un'impronta sci-fi che lo rende più interessante ai miei occhi. Ora non so voi ma io da sempre amo gli X-Men e Tahereh ha preso sicuramente spunto dalla Marvel. Passiamo alla narrazione. Inizialmente il libro è lento, ma lo è per una ragione ben precisa e senz'altro è un bene perché non mi piacciono i libri che partono in quarta, buttano un po di cose a caso e confondono il lettore. Per gli altri 2/3 il libro inizia piano a piano a crescere di ritmo diventando più avvincente da seguire. 
Juliette mi è piaciuta e non mi è piaciuta. Non mi è piaciuto l'instalove (anche se i due si conoscevano già da prima e condividevano un passato) e come l'amore sia sbocciato in una maniera travolgente fatta di dichiarazioni di amore eterno. Avrei preferito che sul fronte romance l'autrice desse più spazio nei volumi successivi. Quello che mi è piaciuto è come ha gestito Juliette. Il suo è un personaggio perennemente in conflitto con se stessa -le parole sbarrate ne sono una prova- non sa cosa fare o cosa vuole e sicuramente il suo potere non la aiuta. Viene vista come un'arma ma lei non si sente come tale respingendo più volte l'idea di far soffrire qualcuno provando piacere nel farlo. Trovo nobile il fatto che nonostante tutto il male che ha ricevuto in verità non hai pensato alla vendetta ma solo alla possibilità di essere accettata. Diversamente mi è piaciuto Warner. Da matti. E' malato, punto. E' talmente ossessionato da Juliette che tutto il resto è noia (cit. Franco Califano). E' così sicuro e spietato che eclissa letteralmente Adam. Adam che è il Principe Azzurro con un passato doloroso alle spalle. E' il porto sicuro. Dolce e affettuoso ma non so, sapete quando un personaggio è troppo perfetto? Scade un po nel banale.
Sicuramente lo consiglio. Lo stile della Mafi è scorrevole e particolare. Si legge molto velocemente, io ad esempio l'ho letto in due pomeriggi. Ho già qui Unreveal me pronto per essere letto ma prima volevo rilasciarvi questa recensione!

post signature

6 commenti:

  1. Warner *sparge cuoricini* adoro, adoro, adoro!
    Il meglio deve ancora venire ;)

    RispondiElimina
  2. Sei stata fin troppo generosa con quel quattro per i miei gusti. Shatter Me non mi aveva impressionata particolarmente e se non avessi letto Unravel Me non lo avrei consigliato a cuore aperto.

    RispondiElimina
  3. Questo libro mi incuriosisce parecchio, ormai ne sento parlare ovunque :p lo leggerò? Chissà xD

    RispondiElimina
  4. L'ho letto anch'io anni fa e ora ho letto pure il secondo. Che dire? Non mi piacexD Non posso farci nulla. Il libro è sicuramente scorrevole e credo che leggerò anche il terzo, però non mi ha convinta.
    Ah e prenderei a sbadilate Juliette. Ma forte proprioxD

    RispondiElimina
  5. Warner è la vita! E non malvagio! E' l'amore punto. Tu fidati di me e amalo, poi capirai ;)

    RispondiElimina
  6. Non vedo l'ora di leggerlo *-*

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...