Ultime recensioni

sabato 1 luglio 2017

✎Recensione ▫ Carry On di Rainbow Rowell

Buongiorno lettori 💜
Ci credete che questa è la mia prima recensione dopo marzo?! Non so se piangerci o riderci sopra anche se farli contemporaneamente non mi pare un'idea malvagia. Il fatto è che sarei stata più che felice di tornare col botto, con una bella recensione a cinque stelle ma il destino è contro di me (e quando mai sarebbe a tuo favore?! *questa è la mia voce interiore*) e vi rilascio a malincuore una negativa. Di seguito i dati del libro e cosa ne penso:

▹ Carry On di Rainbow Rowell ◃
Editore: Piemme
Data di uscita: 21 Marzo 2017
Prezzo: 17.00€

Voto:  2.5/5.0

Trama: Simon Snow è il Prescelto peggiore che possa essere mai stato prescelto. O almeno questo è quello che dice Baz, il suo compagno di stanza. E Baz può anche essere il diavolo fatto persona, un vampiro e generalmente un po' uno stronzo, ma forse ha ragione. La maggior parte delle volte Simon non riesce neanche usare la sua bacchetta, e se ci riesce finisce solo per dar fuoco a qualcosa. Il suo mentore lo ignora, la sua ragazza lo ha lasciato e c'è in giro un mostro che divora la magia e, per di più, ha la sua stessa faccia. Baz sarebbe divertito da questo ultimo fatto, se solo fosse venuto a scuola. È il loro ultimo anno a Watford e la peggior nemesi di Simon non ha avuto neanche il coraggio di farsi vedere!


RECENSIONE
Avete presente quel momento in cui aspettate con ansia di leggere un libro e quando lo avete tra le vostre mani arrancate a finirlo?! Ecco, a me è successo con Carry On, una di quelle profonde delusioni che se potessero lascerebbero cicatrici sulla pelle. 
Francamente non so neanche da dove incominciare... da una trama banale? Una love story che non convince? Dai dei personaggi a cui non riesci ad affezionarti? Perché nulla riesce a coinvolgerti e trasmetterti un senso di avventura e passione leggendo questo libro. Magari è quel senso di disorientamento e punti interrogativi che perdura per tutta la lettura. I flashback disseminati a caso nel corso del romanzo (che più che flashback sono cinque righe in croce per spiegarti che in un determinato anno era successo una determinata cosa) non aiutano certo a sentirti dentro la storia proprio perché manca un inizio, siamo un po buttati a caso e bisogna andare alla cieca per orientarci. Insomma, vi immaginate di leggere Harry Potter e i doni della morte senza gli altri sei volumi?! Ecco, è quello che si percepisce leggendo il libro. Questo e il fatto che la storia era di una prevedibilità assurda hanno influito per me in maniera negativa. Capisco che essendo un volume autoconclusivo non si potesse fare altrimenti ma non era meglio che Simon entrasse nella scuola di magia già ad età adolescenziale scoprendo la scuola e tutto il resto?! 
Durante la lettura di Fangirl impazzivo per gli estratti di Baz e Simon, ero davvero elettrizzata a scoprire la nascita e l'evolversi della loro storia ma insieme sono davvero forzati. Si perché diciamocelo è una coppia che non ha un senso. Baz si nasconde dietro una maschera di strafottenza facendo il misterioso quando si da della checca da solo mentre Simon non lo comprendo. Vi giuro che da parte sua non si percepisce un trasporto emotivo e se per voi questo è amore non so che dirvi. Non voglio mica che si professino amore eterno ma un po di sentimento non sarebbe mica guastato.
Che dire degli altri personaggi? L'unica che mi è piaciuta è stata Penelope perché Agatha sarebbe da legarla ai binari di un treno e aspettare che venga ridotta ad una poltiglia sanguinolenta. L'Arcimago poi che doveva essere una figura importante viene relegato ad un personaggio marginale, un fantasma che sparisce appena si vede all'orizzonte, qualcuno di cui io non ho capito il senso delle sue azioni, sembra che abbia uno scopo preciso e poi lo perde. Voi ci avete capito qualcosa? Io no.
Lo consiglio? A malincuore dico di no. Sono delusa da questa caduta della Rowell, mi aspettavo di trovarmi un romanzo del tutto differente.

7 commenti:

  1. Che trauma, io gli avevo dato 5.
    Per quanto riguarda Agatha agiamo insieme se vuoi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero dispiaciuta di avergli dato un voto così basso, non me lo sarei aspettata :(
      AHAHAHAH Agatha sta sul culo a tutti mi sa ;D

      Elimina
  2. Ciao! :) Mi spiace che non ti sia piaciuto, io l'ho letto un paio di mesi fa e non mi era dispiaciuto per niente. Certo, non mi aveva fatto impazzire, alcuni personaggi non mi erano piaciuti particolarmente, ad esempio, ma Simon e Baz mi erano piaciuti parecchio :) Ma c'è anche da dire che non avevo aspettative altissime. E spero che le tue letture future ti piacciano di più! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato il punto. Le mie alte aspettative hanno influenzato negativamente sul voto.
      Visto che gli altri due libri della Rowell mi erano piaciuti era quasi normale per me aspettarmi lo stesso.. comunque non mi fermerò qui con i suoi libri, uno scivolone capita a tutti :)

      Elimina
  3. Terribile, sai che la penso come te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero triste :( Incrociamo le dita per il prossimo libro dell'autrice ;D

      Elimina
  4. pure io sono rimasta un po' delusa, avrei preferito che scrivesse l'intera saga invece che solo l'ultimo

    RispondiElimina