Ultime recensioni

giovedì 5 ottobre 2017

Review Party: Cuore Oscuro di Naomi Novik [dal 3/10 al 08/10]

Ciao lettori 💖
Oggi siamo arrivati alla mia tappa del Review Party 🎉 sono molto contenta di aver organizzato questo evento insieme ad altre mie amiche blogger, per presentarvi l'uscita di questo dark fantasy. Oggi è la mia tappa e stavolta tocca a me rilasciare la mia recensione!  Vediamo insieme quanto ho dato a questo libro e cosa ne penso: 

❝ Cuore Oscuro di Naomi Novik ❞
AUTOCONCLUSIVO
Editore: Chrysalide
Data di uscita: 26 Settembere 2017
Prezzo: 19.50€

Voto:  3.5/5.0

Trama: Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l'intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest'ultimo sembra l'unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l'uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l'avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle "candidate" nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.


RECENSIONE
Cuore Oscuro è stata per me una lettura che ha suscitato emozioni contrastanti. Il romanzo si presenta come un fantasy a tinte dark che ricorda una fiaba per la sua struttura, indirizzata a un pubblico adulto (non lo consiglierei proprio da leggere la sera ai bambini), dove troviamo gli eroi, i cattivi e un lieto fine, un genere che tendo sempre a non farmi scappare. Proprio per questo quando la Mondadori ha annunciato l'uscita ho subito voluto organizzare qualcosa e rilasciare insieme ad altre amiche blogger la recensione per voi. Le premesse c'erano tutte: protagonista che viene catapultata in una avventura rischiosa per salvare il suo villaggio, il misterioso Drago che sembra una figura minacciosa che rapisce le ragazze ogni dieci anni quando in realtà ha dei motivi ben precisi per le sue azioni, il Bosco, un'entità malvagia che cattura innocenti trasformandoli in qualcosa di oscuro e cattivo, due Regni sull'orlo di una guerra e la magia che fa da contorno, che rende il tutto più fantastico. Ciò che mi ha infastidito è stato lo stile dell'autrice che non mi ha conquistata per niente. Non so se è per colpa della traduzione (cosa che mi hanno segnalato) ma il romanzo era troppo descrittivo, a tratti confusionario e eccessivamente lungo, sopratutto nelle battute finali. Un vero peccato perché la storia di fondo mi ha totalmente incantata, l'ambientazione era a dir poco meravigliosa, ma alcune volte mi toccava rileggere frasi o intere pagine per capire scene o descrizioni e visto il tipo di romanzo faticare a leggere delude assai. L'unica cosa che sono stati narrati abbastanza bene sono i personaggi. Ognuno di loro ha una caratterizzazione ben precisa, mi è piaciuta tanto Agnieszka, all'inizio sembra una ragazza un po anonima e maldestra ma dopo che viene scelta dal Drago e passano del tempo insieme ho apprezzato l'evoluzione del suo personaggio, diventa più coraggiosa, impertinente e leale, pronta ad affrontare il pericolo per salvare le persone che ama. Lo stesso discorso vale per il rapporto con Drago, il mago che l'ha rapita, trascinandosela con sé alla torre. L'inizio è divertente, tra i due non scorre buon sangue, il tutto dovuto anche al carattere del Drago: autoritario, vanitoso e in particolar modo un vero e proprio perfezionista, che si scontrerà più volte con la sbadataggine di Agnieszka, adoro quando provano una iniziale antipatia, sopratutto se sono due personaggi di carattere opposto, rende il tutto più interessante da seguire. Il finale chiude quasi tutte le storyline tranne quella più importante, odio i finali aperti anche quando si intuisce come andrà a finire, amo che si chiuda completamente il cerchio, che niente sia lasciato in sospeso, anche a discapito di non ricevere un happy ending. 
Lo consiglio? Tutto sommato si, dipende dal tipo di lettura che vi piace. Se siete lettori che cercate libri poco descrittivi, più dialoghi e corti mi sento di sconsigliarvelo, se invece non badate particolarmente al testo ma alla trama allora ve lo consiglio!

13 commenti:

  1. Io alla fine gli darò quattro stelle. Arrivano così pochi fantasy ultimamente che quando fanno uno sforzo - anche se lo stile mi fa pena - mi sento di promuoverlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHHAHAHA in particolar modo QUESTO genere non arriva quasi mai... che peccato, io mi fionderei sempre in libreria se pubblicassero libri così, sono il mio guilty pleasure :P

      Elimina
  2. Lo stile è stato il punto debole di questo romanzo, un vero peccato :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io gli avrei dato 5 stelle se fosse stato scritto meglio!

      Elimina
  3. Ciao, sono diventata una lettrice fissa, spero passerai da me Se fosse per sempre a ricambiare.
    Un bacio, Ale

    RispondiElimina
  4. Eccomi da te Jess, sono felicissima di aver partecipato, è un piacere collaborare con te e tutte le altre ragazze ❤️ Siamo perfettamente d'accordo su tutta la linea su Cuore Oscuro, trama spettacolare ma lo stile fa perdere il piacere della lettura purtroppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per esserti unita all'evento <3
      Io alcune volte rileggevo e le pagine e tra me e me dicevo "niente, non ci ho capito una mazza di cosa significa sta descrizione, però devo sapere come va avanti" AHAHAH

      Elimina
  5. Ammetto che all'inizio non ero tanto convinta, ma leggendo le recensioni sembra proprio un libro che faccia per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere per me è consigliato, devi solo prepararti psicologicamente al fatto che ti capirà di non capire delle descrizioni, ma la trama è bella!

      Elimina
  6. Ieri passeggiando tra gli scaffali della Mondadori mi sono imbattuta in questo libro. Quel che mi ha colpito è stata proprio la copertina! Non so perché, ma aveva quello stile oscuro, un po' goth, eppure il rosso acceso contrastava.. quindi, anche non avendolo letto, concordo con te con per le emozioni contrastanti!
    Sinceramente, più leggo le recensioni e più mi passa la voglia di leggerlo :s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' da un po che non vado in libreria (ultimamente compro online) però voglio davvero vedere la cover dal vivo... visto le pagine mi immagino già un bel mattoncino ehehe come detto nella recensione la storia mi è piaciuta molto (finale aperto ma prevedibile a parte) però è scritto male, quello è il suo più grande difetto, se riesci a passarci sopra dovresti prenderlo, la storia è molto dark, c'è sangue, un bel villain (il Bosco si da un gran d'affare!) e degli ottimi protagonisti con uno scopo ben preciso..

      Elimina
  7. Questo romanzo mi ha sempre incuriosito fin dalla sua uscita americana, mi trattiene un pò il difetto dello stile ma la trama mi incuriosisce soprattutto per i personaggi quando abbiamo un "cattivo" che in realtà non è proprio il cattivo e una protagonista che non è subito perfetta ma ci mostra che anche per i maldestri c'è speranza

    RispondiElimina