Ultime recensioni

giovedì 10 agosto 2017

#92 Covers challange #straniere ♦ Agosto -Sondaggio-

Ciao lettori ❤
So che questo caldo è impossibile (sono al pc con il ventilatore vicino) ma cerchiamo di votare insieme la cover straniera di agosto! Qui di seguito dieci cover e voi dovete scegliere la vostra preferita, a fine mese il sondaggio si sposterà su Facebook con le tre più votate e dovete scegliere a colpi di reactions la migliore!


mercoledì 9 agosto 2017

✎Recensione ▫ Io sono buio di Kiersten White

Buongiorno lettori 💜
Questa recensione doveva essere pubblicata scorsa settimana ma scrivere al PC fisso con questo caldo lo classifico come sport estremo. So che dovrei usare carta e penna e poi trascrivere al PC ma non riesco, dopo cinque minuti la mia mano sinistra chiede pietà. Ecco di seguito la recensione, spero vi piaccia!

Io sono buio di Kiersten White
THE CONQUERER SAGA #1
Editore: Fabbri Editori
Data di uscita: 24 Novembre 2016
Prezzo: 17,00€

Voto:  4.0/5.0

Trama: Una principessa non dovrebbe essere brutale. Ma Lada, figlia di Vlad Dracul, è diversa da ogni altra: affamata di potere fin da piccola, preferisce la lotta e i coltelli alle bambole. L’esatto contrario del fratello Radu, dolce, bellissimo e delicato come un bocciolo di rosa. Quando i due vengono lasciati in ostaggio dal padre, ancora bambini, al sultano dell’Impero Ottomano – prigionieri di un sovrano crudele e sottomessi a una cultura completamente diversa dalla propria – Lada inizia a progettare la sua spietata vendetta. Mentre la ragazza si prepara a combattere, il figlio del sultano Mehmed si mette tra lei e il fratello, spingendoli a diventare rivali. E in questo triangolo avvelenato forze potenti tendono gli animi: desideri di riscatto, gelosie tremende e un’ambizione sfrenata. Avvolta in un vortice di passioni turbinose, Lada si troverà di fronte alla scelta più difficile: portare a termine il suo piano o arrendersi all’unico nemico che forse non è in grado di sconfiggere, l’amore.


RECENSIONE
Io sono buio è un romanzo di impronta storica che vede protagonisti due fratelli, Lada e Radu, tenuti prigionieri dall'Impero Ottomano per garantirsi la fedeltà della Valacchia, patria di Vlad L'Impalatore, meglio conosciuto come Dracula.
Il libro inizia con la nascita dei due fratelli, due figure molto diverse: Lada è una bambina arrogante alla ricerca dell'approvazione del padre mentre Radu è un bambino pauroso sempre attaccato alle gonne della sua balia. Entrambi non verranno mai presi in considerazione dal padre, un uomo assente e crudele. La loro vita cambierà quando il Sultano Murad li prenderà in ostaggio e conosceranno suo figlio il Principe Mehmed, da lì in poi finiranno in un giro di potere, segreti, intrighi di corte che porterà i due fratelli ad allontanarsi.
Innanzitutto vorrei partire dal genere e dirvi che non c'è fantasy. Il libro è un retelling storico che ripercorre le gesta dell'Impero Ottomano e della conquista di Costantinopoli. La lettura non è risultata assolutamente pesante, ero affascinata da gli usi e costumi, dal loro concetto di fede e dai complotti politici volti alla sottomissione dei nemici. 
I capitoli si alternavano, vedendo il punto di vista dei due fratelli Draculesti. Quella che mi è piaciuta è stata Lada, la principessa guerriera che sogna di tornare nella sua amata Valacchia ma non vuole separasi dal principe Mehmed, in perenne conflitto tra ragione e cuore. Lada non è una persona che mostra i sentimenti (anzi si chiede più volte se possiede un cuore) e spesso per proteggere le persone sembra insensibile ma non sono riuscita a detestarla, amo i personaggi forti ma che hanno anche un lato fragile. Diveramente Radu è un personaggio che ho decisamente sottovalutato. All'inizio è un bambino debole che necessita di essere perennamene salvato ma crescendo e venendo a contatto con la fede islamica trova una sua pace interiore. La vicinanza con Mehmed, l'unico che sembra capirlo e provare affetto per lui lo spingono a diventare un personaggio calcolatore e subdolo, disposto a tutto per proteggerlo.
Nonostante i primi capitoli fossero lenti, piano piano mi sono appassionata alla storia, ai luoghi descritti, la differenza tra la selvaggia Valacchia e la bellissima e maestosa Edirne. L'autrice ha fatto una lavoro splendido e spero che la Fabbri porti in Italia il volume successivo.

#50 W...W...W... Wednesdays

Ciao lettori!
Ho saltato l'appuntamento di settimana scorsa perché avevo sempre lo stesso libro in lettura ma oggi posso mostrarvi le mie nuove letture. Scrivete sotto i commenti quali sono le vostre o lasciatemi i link del vostro blog.

Cosa stai leggendo?





The Tower. Il millesimo piano
di Katharine McGee
Sono a pagina 100 e per ora non so che pensare. Forse sarà per i termini che indicano la tecnologia del futuro e come un grattacielo possa avere una dimensione tale da inglobare città senza perdere la sua forma o avere un parco a tot piano (hanno costruito pure sottoterra?!). Vi farò sapere più avanti ma non mi sta piacendo il fatto che è tutto così approssimativo, c'è una storia dietro al Tower? Mi sa che lo scoprirò solo leggendo...






Quale libro hai appena finito di leggere?





Passenger
di Alexandra Bracken
Ho finito Passenger in quasi 3 settimane. No giuro, non credevo di metterci così tanto appena iniziato. Vi anticipo di già che un grosso punto a sfavore è stato lo stile della Bracken. Passa da un argomento all'altro confondendo il lettore è come dire "Oggi sono andata a pescare, domani devo passare in lavanderia", capite che intendo?! Frasi sconnesse, parole aggiunte per allungare i paragrafi, paroloni per far passare un romanzo come il prossimo premio Pulitzer. No, proprio non ci siamo.





Quale sarà la tua prossima lettura?






Questo canto selvaggio
di Victoria Schwab
In realtà volevo leggere un altro libro ma visto l'arrivo di questo ho deciso di dargli la precedenza. Non vedo l'ora di leggerlo, ho letto molte recensioni positive e non vedo l'ora di iniziarlo!