Ultime recensioni

lunedì 25 settembre 2017

Review Quote | Io e te come un romanzo di Cath Crowley

Ciao lettori 😘
Come state? Scusate se sono scomparsa di nuovo ma non sono stata molto bene e avevo altre cose in mente, spero di non riassentarmi più ma ultimamente la vita al di fuori del blog mi assorbe e devo trovare un modo per conciliare le due cose. Torno da voi con una bellissima iniziativa! Io insieme ad altre mie care amiche blogger abbiamo deciso di organizzare un evento per l'uscita di un romanzo, rilasciandovi la recensione e la citazione preferita. 

▹ Io e te come un romanzo di Cath Crowley ◃
AUTOCONCLUSIVO
Editore: DeAgostini YA
Data di uscita: 19 Settember 2017
Prezzo: 14.90€

Voto:  3.0/5.0

Trama:Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come il giorno in cui Rachel ha detto addio al suo migliore amico, Henry Jones. Era una sera d'estate, e lei stava per trasferirsi dall'altra parte del Paese. Ma, prima di andarsene, si era nascosta nella libreria gestita dai Jones e aveva infilato una lettera nel libro preferito di Henry. Una lettera d'amore a cui Henry non aveva mai risposto. Ora, però, sono passati tre anni e quel giorno sembra lontano una vita intera. Perché nel frattempo il fratello di Rachel è morto, e lei è l'ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e l'unica via d'uscita sembra tornare a casa. Dalle cose che Rachel ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano quindi a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle parole. E, mentre tra gli scaffali impolverati della libreria si intrecciano le storie di tutta la città, Rachel e Henry si ritrovano. Perché non c'è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovare se stessi.



RECENSIONE
Io e te come un romanzo è un libro young adult che vede alternarsi i punti di vista di Rachel e Henry, migliori amici d'infanzia che si ritrovano dopo del tempo separati. Rachel è l'ombra di se stessa, la morte del fratello l'ha completamente distrutta mentre Henry è in una situazione sentimentale in bilico e la certezza della sua vita, la libreria, che sembra arrivata al capolinea.
Questo romanzo per me è stato un grosso punto interrogativo per 3/4 della lettura. Le idee di base mi erano piaciute tanto, in particolare l'ambientazione dove vede protagonista la libreria della famiglia di Henry. Ho adorato ogni singola menzione dei libri, degli autori, le citazioni, tutto ciò che aveva aveva a che fare con i libri. Non c'è una pagina in cui non si sente questa atmosfera accogliente che solo una libreria sa regalare, in particolare la sezione della Biblioteca delle lettere. Un luogo a parer mio magico, un posto in cui si possono prendere libri e sottolineare le parti più belle, scrivere a margine appunti, significati, interpretazioni dei libri e anche lasciare lettere anonime a persone precise o a perfetti sconosciuti sperando che le nostre parole raggiungono i loro destinatari. Nella versione cartacea poi le pagine con lo scambio di lettere sembravano tipo consumate e rendevano meglio l'idea di una lettera. Solo verso le ultime cento pagine il libro ha iniziato ad ingranare e regalare delle forti emozioni, in particolar modo tra Henry e Rachel ma anche per i personaggi secondari come George e lo scambio di lettere dallo sconosciuto Pitea o Frederick alla disperata ricerca di un libro di poesie, appartenuto a lui e alla moglie defunta. 
Perché amo i libri dalla prima all'ultima riga. Li amo al di là di ogni logica e ragione. E' così e basta. Li amo come le persone amano le persone nella Biblioteca delle lettere. Non mi basta leggere, voglio capire a fondo quelle pagine e arrivare dall'altra parte, a chi le ha lette prima di me. [...] Voglio servire clienti e mettere il libro giusto nelle loro mani.
Dei due personaggi principali, Henry mi è piaciuto di meno. E' stato una palla al piede per buona parte della lettura e sinceramente all'inizio non capivo come Rachel poteva amarlo. Questa sua ossessione per l'ex fidanzata aveva sfiorato il ridicolo, più volte avevo alzato gli occhi al cielo, decisamente irritante. 
Ho dato tre stelle per un semplice motivo, come detto sopra non succede niente per buona parte della lettura, sia Henry che Rachel rimangono in una posizione di stallo fino a che un evento scatenante fa si che il libro inizi veramente ad ingranare e dove vede i personaggi finalmente vedere una luce dove per Rachel sta nel superare le sue paure e accettare la scomparsa del fratello mentre per Henry che le persone che ci amano ci accettano con i nostri difetti e passioni e che non bisogna avere una posizione di qualche tipo, solo continuare ad essere noi stessi.

3 commenti:

  1. Tanto amore per Henry insomma ahahah xD

    RispondiElimina
  2. Per fortuna che nell'intero libro c'era altro e non solo Henry ah ah

    RispondiElimina
  3. Vedo che su Henry la pensiamo tutte alla stessa maniera! ahahah

    RispondiElimina